Terrible Two, 7 giochi per contenere le crisi

Come possiamo utilizzare il gioco per aggirare le crisi dei Terrible Two? Quali strategie possiamo usare? A quali rischi dobbiamo stare attenti? Scopriamolo insieme!

Negli articoli precedenti abbiamo compreso cosa significa la fase dei Terrible Two ed abbiamo esplorato insieme alcune utili strategie che possiamo mettere in campo.

In questo post cercheremo di comprendere meglio una delle strategie illustrate, quella relativa al trasformare le attività ostiche in gioco.

PER FARLO UTILIZZEREMO DEGLI ESEMPI, DELLE SITUAZIONI TIPO CHE IN GENERE CI METTONO IN CRISI E CHE, CON UN PO’ DI FANTASIA E CREATIVITÀ, POTREMMO RIUSCIRE A VOLGERE A NOSTRO VANTAGGIO.

Ovviamente le situazioni riportate sono solo esemplificative ma possono diventare un modello cui ispirarsi per risolvere ogni piccolo momento di crisi…

  • 1. Il nostro bambino si rifiuta di sedersi sul vasino… come ne usciamo? Potremmo provare a prendere il suo orsetto ed metterlo sul vasino al posto suo.  Passiamo poi a lodare l’orsetto che fa la pipì nel vasino… Vedrete che a quel punto il bambino prenderà l’orsetto, lo toglierà dal vasino, gli dirà “MIO!” e ci si siederà lui.

  • 2. Nostro figlio si rifiuta di vestirsi… Potremmo creare un diversivo fingendo di volerci infilare gli abiti al posto suo. Ovviamente la scena dovrà essere molto plateale! Con ogni probabilità il nostro bimbo inizierà a ridere e successivamente accetterà più volentieri di farsi vestire.

  • 3. Ecco una variante molto utile dell’esempio n. 2… Potremmo fingere di non ricordarci come si infila una maglietta e provare a metterla per i piedi. Ricordiamoci di condire ogni tentativo con domande e commenti e di enfatizzare ogni sforzo… Con ogni probabilità scateneremo una risata e successivamente sarà proprio il nostro bambino a spiegarci come fare.

  • 4. Cosa facciamo quando non vuole mangiare quello che gli si mette a tavola? Prendiamo il suo orsetto e fingiamo che voglia mangiare quello che c’è nel piatto. Poi gli facciamo la voce grossa e gli diciamo “Eh no orsetto! Questo non è tuo! Questo è di Pollicino!”. A quel punto è facile che nostro figlio decida di riprendersi quel che è suo e iniziare a mangiare.

  • 5. Per aggirare alcuni momenti critici possiamo provare ad offrire sempre due scelte di qualsiasi cosa sia possibile scegliere (quale tra queste due magliette vuoi?). Se non c’è scelta, possiamo sempre inventarne una… vuoi mangiare con la forchetta destra o con la sinistra? Ricordiamoci che per nostro figlio stiamo proponendo un gioco quindi cerchiamo di tenere a bada la fretta ed il disappunto!

  • 6. Come ci comportiamo se il nostro bimbo inizia un lamento lagnoso di quelli finti? Possiamo provare a portarlo gentilmente davanti allo specchio e quando siamo lì possiamo iniziare a lamentarci con lui, esagerando le espressioni facciali. O si metterà a ridere o si arrabbierà moltissimo, ma vale comunque la pena tentare.

  • 7. Cosa facciamo quando non vuole sistemare i suoi centoquindici animali nell’apposita scatola? Possiamo provare a mettere gli animali in fila indiana e poi procedere cantando una canzoncina e facendoli saltare a turno nella scatola. Sono ammessi salti mortali carpiati se il semplice salto nella scatola venisse a noia (questo è naturalmente applicabile a qualsiasi giocattolo da riporre nelle apposite scatole prima di andare a letto). Con ogni probabilità il nostro piccolo vedrà il gioco come divertente ed inizierà a darci una mano.
UN ULTIMO AVVERTIMENTO…

Ricordiamoci sempre che il trasformare le situazioni critiche in gioco non deve mai diventare occasione per raggiraresvalutare o prendere in giro il bambino (teniamo bene a mente il consiglio n.5 del precedente post!).

IL GIOCO DEVE ESSERE UN MOMENTO DIVERTENTE PER ENTRAMBI, UN MOMENTO DI SCAMBIO E DI CRESCITA. UN ATTIVITÀ CHE PUÒ AIUTARCI A SUPERARE I MOMENTI PIÙ CRITICI DEI TERRIBLE TWO.

Cerchiamo quindi, a volte con un enorme sforzo di volontà, di mettere da parte fretta, ansia, arrabbiatura e frustrazione e di prenderci qualche momento per giocare con i nostri bambini…

Se ci riusciremo avremo vinto tutti!

In questo articolo abbiamo esplorato 7 modalità per trasformare una situazione critica in gioco.

Ricordiamo sempre che il gioco è uno strumento potente e che, se impariamo ad usarlo, potrà rivelarsi una strategia fondamentale per superare le crisi dei Terrible Two.

IN BOCCA AL LUPO!

HAI DOMANDE E CONSIDERAZIONI? LASCIA UN COMMENTO!

HAI BISOGNO DI UNA CONSULENZA?
CHIAMA SUBITO IL NUMERO 3478828748 PER FISSARE UN APPUNTAMENTO!

Leave a Comment

Name*
Email*
Website

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.